fbpx

Il polpo con le patate violette

polpo-insalata

Se sei alla ricerca di un piatto di mare che sia gustoso, elegante e sorprendente, non cercare oltre: il polpo con patate violette è ciò che fa per te! Questa ricetta combina sapientemente i sapori delicati del polpo con l’aroma delle patate violette, creando un piatto equilibrato e delizioso. Con la sua presentazione colorata, il polpo con patate violette è perfetto per una cena speciale o per sorprendere i tuoi ospiti. Ecco come prepararlo.

Come cucinare il polpo con le patate

Io compro il polpo già pulito. Dopo aver portato a bollore l’acqua, aggiungo poco sale grosso e immergo il polpo.

Nonna Ennia (mia suocera soprannominata da tutti nonna Ennia da quando sono venuti alla luce i miei figli), che di cucina se ne intendeva parecchio, mi ha insegnato che il polpo va immerso in acqua bollente 3 volte: bisogna immergere i tentacoli (con l’aiuto di una pinza o forchetta) in acqua, tirarli subito su fuori dall’acqua – i tentacoli si arricciano – immergerli di nuovo, tirali fuori dall’acqua, ecc. questa operazione va fatta per tre volte!

Vi dico la verità… non so se questa operazione ha poi dei reali benefici sulla cottura, io però lo faccio… è oramai un rituale.

consigli per la cottura perfetta del polpo

Seguendo questi consigli, otterrai un polpo perfettamente cotto, tenero e pieno di sapore:

  1. La cottura del polpo richiede una certa attenzione per evitare che diventi gommoso. Un buon punto di partenza è seguire la regola generale di 20 minuti di cottura per ogni 500 grammi di polpo. Tuttavia, tieni presente che la dimensione del polpo può variare, quindi è sempre meglio controllare la sua tenerezza durante la cottura
  2. Dopo i primi 20 minuti di cottura, verifica la tenerezza del polpo inserendo la punta di un coltello o una forchetta nella parte più spessa del polpo. Se il coltello entra con facilità e senza resistenza, il polpo è pronto. Se invece risulta ancora un po’ gommoso, continua la cottura per altri 5-10 minuti e controlla di nuovo
  3. Assicurati di usare una pentola abbastanza grande per evitare che il polpo si sovrapponga e si cuocia in modo non uniforme
  4. Per dare al polpo un sapore extra, puoi aggiungere alcuni aromi all’acqua di cottura. Aglio, foglie di alloro, pepe in grani sono tutti ingredienti che doneranno un profumo aromatico
  5. Un passo cruciale per ottenere un polpo tenero è lasciarlo raffreddare nella sua acqua di cottura

Polpo con patate violette. Ingredienti

  • 1 polpo fresco (circa 1 kg)
  • 500 g di patate violette
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale q.b.
  • Maggiorana

Preparazione

  1. Inizia preparando il polpo. Se hai acquistato un polpo fresco, dovrai prima pulirlo accuratamente. Rimuovi gli occhi, il becco e le viscere, quindi sciacqua bene il polpo sotto acqua fredda corrente
  2. Metti il polpo in una pentola d’acqua fredda e porta a ebollizione. Una volta raggiunto il bollore, abbassa la fiamma e lascia cuocere per circa 40-50 minuti, o finché il polpo non risulta tenero. Puoi verificare la cottura inserendo la punta di un coltello nel polpo: se entra facilmente e senza resistenza, è pronto
  3. Nel frattempo, prepara le patate violette. Sbucciale, tagliale in pezzi abbastanza grossi e mettile in una pentola capiente insieme all’acqua e 1 cucchiaino di sale
  4. Accendi il fuoco e porta l’acqua a ebollizione a fuoco medio-alto. Una volta che l’acqua raggiunge il bollore, riduci leggermente il fuoco
  5. Lascia cuocere le patate nell’acqua bollente per circa 15-20 minuti, o fino a quando le patate diventano tenere Puoi verificare la cottura controllando la consistenza delle patate: se si sfaldano facilmente, sono pronte
  6. Scola le patate e quando si saranno raffreddate, passale con lo schiacciapatate
  7. Impiatta mettendo alla base le patate setacciate, il polpo tagliato in pezzi e del prezzemolo. Condisci con un filo di olio di oliva extra vergine

Le patate violette offrono una variazione interessante rispetto alle classiche patate bianche o gialle: il loro colore può dare un tocco visivamente affascinante ai tuoi piatti, rendendoli più invitanti e attraenti. Sei d’accordo?

Mangia bene senza seguire una dieta

Scarica il Piano Nutrizionale